Tutto quello che devi sapere sulla Business Intelligence (2022)

  • Trasforma i tuoi dati in informazioni utili

     

    Per Business Intelligence si intende la trasformazione dei dati grezzi in informazioni utili e significative per l’azienda, che possano essere utilizzate per compiere scelte strategiche ed operative più efficaci. Con un insieme di dati strutturati e di facile interpretazione, si ottengono risposte dettagliate e tempestive a domande strategiche, riguardanti qualsiasi area di lavoro, ad esempio l'efficienza delle linee di produzione e l'andamento delle vendite.

    La Business Intelligence si può definire anche come un insieme di metodologie, processi, architetture e tecnologie che trasformano dati in informazioni utili per il Business e il Decision Making.

     

    Il primo passo per realizzare questo sistema è individuare una soluzione che permetta di attingere al patrimonio informativo disponibile in azienda, trasformando i dati disponibili su diverse sorgenti e tecnologie, in conoscenza approfondita del business a supporto dei processi decisionali. I dati vengono prodotti in misura sempre maggiore e con la digitalizzazione delle aziende questo trend è destinato ad aumentare. I big data sono i grandi volumi di dati eterogenei dentro il sistema IT aziendale, che possono essere utilizzati per l'estrazione di valore o conoscenze.

    Un aspetto da tenere in considerazione è che la BI non è un calderone magico che restituisce le risposte cercate, ma un importante strumento che deve corrispondere ad un cambiamento di approccio e cultura aziendale per poter essere valorizzato appieno. Una volta ottenuti i dati ed effettuate le analisi per la BI sarà possibile effettuare anche analisi predittive e prescrittive, cercando quindi di prevedere l'andamento dell'azienda, con i processi di Business Analytics.

  • Informazioni semplici e chiare per le giuste decisioni

     

    Trasformare il dato in conoscenza non è semplice: spesso la difficoltà principale consiste in una consapevolezza inadeguata e incompleta delle performance della propria azienda. A questo si aggiungono difficoltà per motivi tecnici, come insoddisfazione nel sistema gestionale, ed organizzativi, quali la mancanza di una visione unitaria e strategica delle informazioni.

    L'obiettivo della BI è quello di creare un ambiente che contenga informazioni acquisite dalle diverse fonti dati aziendali, certificate ed organizzate. In questo modo, i dati ottenuti saranno in grado di supportare in modo semplice, efficace ed intuitivo le attività di analisi e reporting svolte dai decision maker aziendali. Questi dati sono utilizzabili in qualsiasi settore aziendale e possono aiutare aziende di ogni dimensione e area di attività.

  • La BI predispone dati pronti ad essere analizzati, e la reportistica serve solamente a presentare tali dati in modo che siano facili da comprendere. Il reporting può essere di tre livelli: livello operativo, direzionale e strategico.

    Fra i tre livelli cambiano i destinatari e il livello di dettaglio delle informazioni contenute nel documento:

    • Il livello operativo è quello più lontano dai vertici dell’azienda. Qui solitamente il dettaglio è molto alto, e i grafici possono essere utili ma non necessari. La maggior parte dei dati viene presentato in tabelle (o matrici).
    • Il livello direzionale diminuisce il grado di dettaglio delle informazioni, optando per una visione più ampia. I grafici hanno un ruolo importante, ed è utile avere delle previsioni sul futuro prossimo.
    • Il livello strategico estremizza ulteriormente questa visione. Solitamente, il reporting di livello strategico viene sviluppato con un altro strumento di BI, il dashboarding.

    Le dashboard – o cruscotti – perdono il livello di dettaglio e presentano misure che riassumono, nel minor numero di indicatori possibile, l’andamento dell’intera azienda nella totalità dei suoi reparti funzionali e previsioni future. 

  • I benefici della Business Intelligence

     

    Non è semplice quantificare i benefici di un progetto BI, soprattutto perché non sono immediati ma, piuttosto, continui nel tempo. Possiamo però elencare tutti i possibili vantaggi nel possedere una soluzione BI cosicché da avere coscienza della totalità dei benefici che essa porta:

     

    1 - Automatizzazione

    Il business non è più costretto a prelevare ed integrare manualmente i dati, attività ripetuta nel tempo, lunga e soggetta ad errore (soprattutto umano). Con gli strumenti odierni di raccolta e trasformazione dei dati, il business è sollevato da scomode attività e protetto da rischi. 

     

    2 - Flessibilità

    Uno dei principali motivi per cui è stato inventato il concetto di data warehouse: mediare alle restrizioni imposte, per natura, dagli ERP. Con gli strumenti odierni di visualizzazione ed analisi dati, l’attività del business è incredibilmente semplificata e potenziata. 

     

    3 - Puntualità

    Il business può condurre, ogni giorno, le proprie analisi e optare le proprie decisioni con un dato che si presenta quotidianamente aggiornato.

     

    4 - Produttività

    A meno di puntuali e specifici interventi, l’IT è sollevato da attività di manutenzione del dato, potendosi concentrare su attività più produttive di creazione di nuovi contenuti per il business. 

     

    5 - Qualità dei dati

    Le informazioni usate dagli utenti finali nascono da procedure validate che utilizzano dati certificati, il tutto in maniera trasversale fra i diversi reparti funzionali. 

     

    6 - Indipendenza

    Con la Business Intelligence a regime completo, IT e business saranno due reparti indipendenti che potranno lavorare ciascuno sulle proprie diverse attività. Sarà richiesta la loro cooperazione solo per un tempo minoritario e solo a fronte di nuovi sviluppi. 

     

    7 - Sguardo al futuro

    Un progetto di Business Intelligence rende i dipendenti di un’azienda innanzitutto più formati e competenti, ma anche più liberi di poter indagare nuovi aspetti, problematiche prima ignorate e nuove opportunità di miglioramento del business aziendale.

  • La BI non solo per grandi aziende

     

    Fin dall'inizio si è diffusa l’erronea idea che fossero solo le grandi aziende ad avere esclusivamente bisogno della Business Intelligence. Questo falso mito con gli anni è stato sfatato, salvando diverse imprese dall'inconsapevolezza di come poter migliorare il proprio business. Non è il numero di dipendenti che determina se un’azienda ha bisogno di un impianto di Business Intelligence, né tantomeno nemmeno il suo fatturato annuo.

     

    Anche le piccole e medie imprese possono beneficiare della BI. Potranno essere piccoli o medi sistemi di BI, ma non per questo meno validi. I vantaggi che questo strumento dona all'azienda sono molteplici, sta all'azienda stessa trovare la volontà di spingersi oltre il proprio limite attuale e sfruttare a dovere la BI per migliorare ed evolvere. Piccola, media o grande che sia, un’azienda ha bisogno della BI quando si presentano determinate situazioni.


    Tutte le aziende cominciano da analisi non complesse. Aver fatto per anni analisi semplici non è in alcun modo sintomo di inadeguatezza aziendale nei confronti di un’attività analitica più potente ed efficace: la Business Intelligence cresce con l’azienda.

  • Quanto dura un progetto BI

     

    Un progetto di Business Intelligence può durare molto: anzi, potrebbe non avere mai un vero e proprio termine. Ma perché?

    Un progetto di Business Intelligence è innanzitutto un progetto di business, e non un progetto IT. È proprio questo il motivo per la quale non bisogna banalizzare la BI: è un progetto che coinvolge l’intera azienda, IT e reparti di business. Inoltre, quant'è importante che il business venga coinvolto attivamente fin dalle prime fasi del progetto, è altrettanto fondamentale che l'IT segua ciascuna di queste. 

    La collaborazione deve essere totale perché, dipendentemente dalle fasi, un attore si troverà a dover affiancare o chiedere supporto all'altro.

Scopri i vantaggi della Business Intelligence

 

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori.